Logo
Lo Spirito Europeo
Lo Spirito Europeo category image

François Duchêne, Il metodo Jean Monnet

duchene
Atti del colloquio organizzato dalla Commissione delle Comunità europee in occasione del centenario della nascita di Jean Monnet. Bruxelles, 10 novembre 1988. Il metodo — o forse meglio il modo di procedere — di Jean Monnet è alla radice stessa del paradosso della sua reputazione. Per la minoranza che ha seguito da vicino gli avvenimenti, Monnet è una delle grandi figure del XX secolo. La sua statura corrisponde al motto attribuito dal generale de Gaulle ad Amleto nel suo libro Il filo della spada: «Essere grandi è identificarsi con un grande problema». Viene spontaneo paragonare e contrapporre Charles de Gaulle e Jean Monnet. A Parigi le ceneri di Monnet sono state trasferite al Pantheon. Monnet è l’unico cittadino onorario dell’Europa. E tuttavia, Monnet è stato ed è tuttora più o meno sconosciuto al grande pubblico. Non è mai stato eletto in una circoscrizione, non è mai stato ministro. Si può...

Read More

Jean Monnet, La prima seduta dell’Assemblea Comune

monnet2
Allocuzione alla prima sessione dell’Assemblea Comune. Strasburgo, 11 settembre 1952. Signor Presidente Signore, Signori Nel prendere la parola per la prima volta davanti a Voi, sento profondamente l’importanza delle relazioni che hanno inizio tra la Assemblea della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio e l’Alta Autorità. Il buon andamento e l’avvenire della nostra Comunità dipendono da queste nostre due istituzioni, dalla loro attività, dai rapporti che esse avranno tra loro. Questa Comunità è fondata sulla separazione dei poteri. La Corte di Giustizia ha per missione di garantire il rispetto del diritto nell’interpretazione e nell’applicazione del Trattato. Il Consiglio ha il compito fondamentale di consentire i necessari accomodamenti tra il settore del Carbone e dell’Acciaio, che, d’ora in poi, spetta alla nostra Comunità, e gli altri settori ancora sottoposti alla sovranità degli Stati. E’ all’Alta Autorità che la realizzazione dei fini fissati dal Trattato è affidata. E’ dinanzi a Voi soü...

Read More

Jean Monnet

monnet
La prima seduta dell’Alta Autorità della Comunità Europea Allocuzione alla prima seduta dell’Alta Autorità della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio. Lussemburgo, 10 agosto 1952. Signori, Dichiaro aperta la prima seduta dell’Alta Autorità della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio. In questo momento, che segna il compimento di una opera tenacemente perseguita da oltre due anni, devo anzitutto rendere omaggio agli uomini di Stato dei nostri Paesi, che con la loro chiaroveggenza e volontà l’hanno reso possibile. Voglio anche esprimere i doverosi ringraziamenti a tutti coloro che hanno contribuito alla elaborazione del Trattato che costituisce la nostra Carta. E soprattutto, nel momento in cui la nascita della Comunità trasforma in realtà vivente ciò che il mondo chiama, giustamente, il « Piano Schuman », permettetemi di evocare la gratitudine che l’Europa non cesserà di testimoniare al Presidente Robert Schuman il quale, lanciando l’appello del 9 maggio 1950, ha preso l’iniziativa e...

Read More

Alcide De Gasperi, La nostra patria Europa

gasperi2
Discorso pronunciato alla Conferenza Parlamentare Europea il 21 aprile 1954. Alcide De Gasperi e la politica internazionale, Roma, Cinque Lune, 1990, Vol. III, pp. 437-440. Signori presidenti, miei cari amici, permettetemi di richiamare la vostra attenzione sulla forma che abbiamo tentato di dare a questa nostra Conferenza. Voi sapete che il nostro obiettivo principale è di facilitare i lavori e di provocare l’incontro dei parlamentari delle nostre Assemblee. Le nostre riunioni non sono destinate e prendere decisioni politiche che spettano ai Parlamentari, detentori delle sovranazionalità nazionali, ma sono liberi incontri, colloqui tra le varie tendenze e le varie nazio­nalità, un foro nel quale possono confrontarsi pareri diversi, ma tutti egualmente animati dalla preoccupazione del bene comune delle nostre patrie europee, della nostra Patria Europa. Tra i problemi che si pongono attualmente alle nostre coscienze, noi ne abbiamo scelti alcuni essenziali, e per trattare di ciascuno di essi abbiamo fatto appello...

Read More

Luigi Ianzano

ianz
L’identità plurale dell’Europa: valori giuridici di riferimento TESI DI LAUREA | UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE Facoltà di GIURISPRUDENZA | Cattedra di FILOSOFIA DEL DIRITTO. [estratti] 1.1 L’integrazione europea, dall’idea originaria all’ideale costituzionale. Il processo di integrazione europea (come avvertita necessità di una certa sintonia politica) ha inizio dopo la seconda guerra mondiale, ma gli storici ne riconoscono radici profonde. In effetti l’idea dell’unità ha una storia plurisecolare, i cui primi sentori si fanno risalire al Medioevo , e alla contingenza storica della crisi definitiva delle autorità dell’Impero e della Chiesa, che non sembrano essere riuscite ad imporre una certa convivenza pacifica. La circostanza che il potere (monopolio della forza) viene a concentrarsi nei moderni Stati nazionali, oltre a favorire il graduale sfaldamento dell’anarchia feudale e lo sviluppo economico sociale e culturale, dà anche vita ad una situazione di anarchia internazionale, fortemente problematica: guerre periodiche fra Stati sovrani assoluti –...

Read More

Anna Molnar

altiero spinelli1
Federalismo europeo di Altiero Spinelli OT KONTINENS, Budapest, 2009 (con note: http://www.matarka.hu) L’ intento di questo studio e quello di presentare i pensieri politici di Altiero Spinelli e di spiegare le ragioni per le quali il suo scopo, ovvero la creazione degli Stati Uniti d’Europa, non poteva essere realizzato. Vorrei illustrare la teoria di Altiero Spinelli, uno dei personaggi piu notevoli del processo dell’integrazione. L’obiettivo dell’attivita politica di Spinelli e sempre stato la creazione della Federazione europea. Dedico tutta la sua vita alla realizzazione di questo scopo. Fu uno dei cosiddetti „padri fondatori” della Comunita, come Monnet oppure Spaak, infatti esercitava una grande influenza sul processo dell’integrazione, anche se il suo progetto non poteva essere compiuto interamente. Non vorrei presentare tutti i temi di cui Spinelli si occupava, come l’analisi della politica estera italiana, le relazioni internazionali, la questione del comunismo oppure del socialismo, ma cercherei di fare un breve...

Read More

Alcide De Gasperi, L’idea europea nel solidarismo cristiano

gasperi1
Discorso pronunciato al Convegno delle «Nouvelles Equipes Internationales», Sorrento, 14 aprile 1950 In questi giorni ho letto sui giornali che questo è una specie di Cominform. Qui non si tratta di regolare o di fissare i termini di un comune atteggiamento politico e sociale, ma piuttosto di constatare l’identità dei princìpi e della nostra ispirazione, la quale deve portare ad una certa similarità se non uniformità di soluzione dei problemi comuni. Il problema principale è l’unità europea, può essere ottenuta sul piano economico con la bilancia dei pagamenti fra l’Europa e l’America? Noi siamo tutti ammiratori del Piano Marshall e lo apprezziamo; ma non bisogna nutrire esagerate speranze circa i suoi effetti quanto alla coope-razione europea. Ci si possono fare delle illusioni in proposito. Io non parlo della meccanica del Piano Marshall. È noto tuttavia che il deficit europeo nel 1952 raggiungerà ancora forse i tre o più milioni di...

Read More

Luigi Ianzano, Diritto e cultura giuridica a baricentro dell’identita europea

pandhof
L’identità plurale dell’Europa: valori giuridici di riferimento Tesi di Laurea, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE Facoltà di GIURISPRUDENZA, Cattedra di FILOSOFIA DEL DIRITTO Il diritto e la cultura giuridica rappresentano un aspetto centrale dell’identità europea, un capolavoro nella sua cultura generale. Si pensi alla filosofia dell’antica Grecia (all’Etica Nicomachea di Aristotele e alle sue riflessioni sul tema dell’uguaglianza e della giustizia); all’antica Roma, che dà impulso a una cultura giuridica tutt’oggi operante (vedi Codice civile)1 ; alla ricezione del diritto romano nel Medioevo per impulso innanzitutto della scuola di Bologna; all’influsso giudaicocristiano (direttamente visibile nei Dieci Comandamenti, che troviamo riflessi nel diritto penale dei popoli europei, pur con tutte le varianti nazionali e nonostante la progressiva secolarizzazione). «La cultura giuridica europea – scrive Peter Häberle – si è formata nel corso di più di duemila anni. Le singole fasi e i loro prodotti si sovrappongono come strati diversi e si...

Read More

Ευρωπαϊκή Ολοκλήρωση

41 διακεκριμένοι ειδικοί, μέλη της ελληνικής επιστημονικής κοινότητας των Ευρωπαϊκών Σπουδών, τιμούν τον Παναγιώτη Κ. Ιωακειμίδη, συνεπή οραματιστή και ακτιβιστή υπέρ της ενωμένης Ευρώπης. Επί τέσσερις δεκαετίες, ο Παναγιώτης Κ. Ιωακειμίδης συμβάλλει ενεργά στη χάραξη της εθνικής στρατηγικής απέναντι στην ευρωπαϊκή ολοκλήρωση και τη συνεχή εξέλιξή της. Πέρα από διαμορφωτής πολιτικής, ως δημόσιος διανοούμενος βρίσκεται στο επίκεντρο του δημόσιου διαλόγου στη χώρα μας σχετικά με την Ευρωπαϊκή Ένωση και τον ευρωπαϊκό ρόλο της Ελλάδας, ενώ γενιές φοιτητών πρωτογνώρισαν την ευρωπαϊκή ολοκλήρωση μέσω της πανεπιστημιακής διδασκαλίας του.

https://www.papazissi.gr/

ΚΩΣΤΑΣ ΣΤΑΜΑΤΟΠΟΥΛΟΣ

Η ΜΙΚΡΑΣΙΑΤΙΚΗ ΜΟΥ ΠΛΕΥΡΑ

Με αφορμή κουβέντες των «μεγάλων» για έναν κόσμο που σχετικώς πρόσφατα είχε καταποντισθεί και που αυτοί είχαν γνωρίσει, γεννήθηκε σε ένα πεντάχρονο παιδί ένα αίσθημα, μισό περιέργεια και μισό νοσταλγία, για τη Μικρά Ασία των δικών του από την πλευρά της μητέρας του. Περνώντας από τα ακούσματα στα βιβλία και τα οικογενειακά χαρτιά, η γνώση για τις μικρασιατικές του ρίζες έγινε με τον καιρό πιο στέρεη και πήγε στον χρόνο πιο βαθιά, ώσπου στα δεκαεννέα του αξιώθηκε την πρώτη επίσκεψη στην άλλη πλευρά του Αιγαίου.

https://kaponeditions.gr/

ΜΑΡΙΑ ΧΟΥΚΛΗ

"Καλησπέρα σας κύριε Σεφέρη"

«Ο Σεφέρης εκεί, άλλοτε σκοτεινός, άλλοτε ευανάγνωστος διέτρεχε τα χρόνια, πιο πολύ στα δύσκολα, πιο αραιά στα εύκολα, σύντροφος στα κουπιά. Πάντοτε όμως, ένας οικείος άγνωστος. Πώς θα ήταν, αναρωτήθηκα, αν άνοιγα μια κουβέντα μαζί του; Να του ζητήσω να μας πει για τη Σμύρνη, το φευγιό για την Αθήνα, την ποίηση, τη διχασμένη του καρδιά, για την πολιτική, την Κύπρο που λάτρεψε, τον Θεόφιλο και τον Μακρυγιάννη, τη μουσική, την Μαρώ, το γυρισμό του ξενιτεμένου, τον ελληνισμό στον οποίον πίστεψε τόσο πολύ;»

http://www.potamos.com.gr

Καζάκος Πάνος

Έτοιμη για το μέλλον;

Η Ευρώπη μετά
την αναθεώρηση των συνθηκών

Το βιβλίο αυτό εξετάζει, πρώτον, τις αλλαγές που επιφέρει η Μεταρρυθμιστική Συνθήκη στους κανόνες της ευρωπαϊκής ενοποίησης και, δεύτερον, τις πιθανές επιπτώσεις της σε πολιτικές και συσχετισμούς! Αναδεικνύει ευκρινώς μόνιμα ευρωπαϊκά διλήμματα σχετικά με – το οικονομικό μοντέλο (φιλελεύθερη Ευρώπη» έναντι «ευρωπαϊκού κοινωνικού μοντέλου»), – τη στρατηγική ασφαλείας («ειρηνική» (civilian) ή «στρατιωτική» δύναμη) και – την ταυτότητα της αυριανής Ευρώπης, που έχουν τη θέση τους σε ένα ανοιχτό διάλογο. Εξετάζονται επίσης τα ερωτήματα αν και πως οι απαντήσεις της Μεταρρυθμιστικής Συνθήκης θα επηρεάσουν τη θέση της Ελλάδας στο θεσμικό σύστημα της Ένωσης, την εξωτερική της ασφάλεια, τις οικονομικές πολιτικές της και τις ροές πόρων.

https://www.papazissi.gr/